Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

La Gastroenterologia studia, previene e cura le malattie/disturbi dell'apparato digerente (Esofago, Stomaco, Intestino) e della digestione dei cibi, anche avvalendosi di consulenze specialistiche, esami di laboratorio, indagini ecografiche, TAC e RM non invasive e accertamenti video-endoscopici (gastroscopia e colonscopia) .

 

Armonia esegue la Colonscopia Virtuale, esame radiologico che permette di studiare il colon e l’intestino senza ricorrere a sonde endoscopiche come nella Colonscopia Tradizionale, con una metodica non invasiva, totalmente indolore e facilmente tollerabile dal paziente, che consiste nella ricostruzione virtuale e molto precisa dell’interno del nostro intestino.

La Colonscopia Virtuale  viene eseguita tramite una semplice TAC a basso dosaggio di raggi X.

I dati anatomici acquisiti in alcuni secondi con la TAC vengono successivamente elaborati da specifici software, che ricostruiscono sullo schermo in modo virtuale e tridimensionale l’intestino, consentendo una “navigazione” al suo interno, ma visualizzando anche lo spessore della parete del colon e altri organi.

Questo esame rappresenta un’alternativa non invasiva con finalità diagnostiche alla colonscopia tradizionale in quanto non prevede l’utilizzo di nessuna sonda endoscopica, evitando al paziente qualsiasi fastidio o dolore generalmente avvertiti nel corso dell’esame convenzionale. La colonscopia virtuale, al pari dell’esame tradizionale, permette di studiare ed osservare l’intestino (colon-retto) e le relative patologie o problematiche presenti quali tumori, polipi, diverticoli ecc.
 

Studi recenti ed autorevoli su questo esame hanno scientificamente dimostrato come la sensibilità di tale metodica nello screening del cancro del colon-retto sia sovrapponibile a quella della colonscopia classica. Può essere inoltre particolarmente vantaggiosa per le persone anziane e per coloro che, per diversi motivi, sono impossibilitati o non riescono sottoporsi alla colonscopia tradizionale. Inoltre, tale esame è ad oggi considerata l’esame sostitutivo del Clisma Opaco. Tuttavia, a differenza della colonscopia tradizionale, non e’ in alcun modo un esame operativo. Individuato e definita la presenza di un polipo o di una massa colica, non potrà nella medesima seduta né essere asportata e nemmeno biopsiata, come invece e’ possibile fare con la colonscopia, che si rendera’ comunque in questi casi indispensabile.
 

Ma come viene eseguita la Colonscopia Virtuale?

La Colonscopia Virtuale è un esame TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) della durata di alcuni secondi (5-20 secondi), non fastidioso o invasivo per il paziente in quanto non è richiesta l’introduzione di nessuna sonda endoscopica, né l’utilizzo di sedazione.
Il paziente viene fatto sdraiare sul lettino della TAC e successivamente si  introdurrà un piccolo e sottile tubicino di plastica per pochi centimetri oltre l’orifizio anale. Questo tubicino è collegato ad un palloncino con una pompetta tramite cui sarà possibile eseguire l’insufflazione di aria o anidride carbonica all’interno del colon. Successivamente questa prima fase di preparazione del paziente all’esame, avverrà la scansione radiografica vera e propria. Tale scansione avrà una durata di pochi secondi nel corso dei quali è richiesto al soggetto di trattenere il respiro. La dose di radiazioni che verranno impiegate nel corso della scansione è generalmente molto bassa ed equivale a circa il 20% della dose assorbite da un paziente nel corso di una normale TAC. I dati della TAC saranno successivamente elaborati da specifici programmi software che consentiranno al medico di “navigare” virtualmente all’interno del lume del colon per identificare le differenti patologie o problematiche presenti.